Attività nei dintorni

ABBADIA LARIANA

E’ una località climatica situata sulla sponda orientale del lago di Como.
Sulla piazzetta all’inizio del lungolago si trova la Chiesa parrocchiale di San Lorenzo. Dalla chiesa partono, a sinistra la nuova “Passerella del Conventino” e a destra il lungolago su cui è affacciato l’antico molo e l’imbarcadero al termine del quale si trova il parco di Chiesa Rotta, area attrezzata a parco giochi e lido.
In centro paese si trova il “Museo Setificio Monti”, allestito in un antico filatoio, che propone al visitatore l’ambiente e i macchinari originali di una fabbrica di filati serici della seconda metà dell’800, tra i quali il monumentale torcitoio circolare in legno con 972 fusi, dal diametro di cinque metri e alto undici disposto su quattro piani di lavorazione, completamente funzionante.
Ad Abbadia si trova inoltre l’Accademia Internazionale Lariana “Antonio Ghislanzoni” con sede nella Filandina, un piccolo edificio costruito alla fine del 1800 per la lavorazione della seta ed oggi adibito a studio artistico. Qui vengono organizzati dei Master per cantanti lirici che desiderano approfondire il loro repertorio con l’aiuto di docenti conosciuti a livello mondiale.

ESCURSIONI A PIEDI:

Il sentiero del Viandante
Antica via di passaggio che univa il Milanese alla Svizzera, il sentiero si articola per circa 45 km costeggiando la sponda orientale del Lago di Lecco. Indicato da appositi segnavia color arancione collocati lungo tutto il tragitto, è consigliabile a tappe. Comode le stazioni ferroviarie che permettono di ritornare al punto. Ha inizio ad Abbadia e arriva fino a Colico. Nel suo percorso si possono ammirare punti caratteristici e singolari del paese, nonché vedute panoramiche sulla Grignetta.

Cascata della Val Monastero
Un poderoso salto d’acqua di circa 50 metri ((formato dal torrente Zerbo) che scroscia a strapiombo su impressionanti masse rocciose modellate in forme scultoree.

Pian dei Resinelli
Vasto altipiano tra i 1200 ed i 1300 mt situato alle pendici della Grignetta, . palestra di roccia naturale fra le più belle e frequentate d’Italia. La distesa di prati degradanti dolcemente verso la Val Monastero fa dei Resinelli una località ideale per tranquilli soggiorni ed è un punto di partenza per diverse escursioni.

DA VISITARE NEI DINTORNI:

Mandello del Lario, Museo Moto Guzzi
La vicina cittadina di Mandello del Lario è la patria della mitica Moto Guzzi. Motociclisti di tutto il mondo vanno in pellegrinaggio allo storico museo, situato nel cuore della storica fabbrica che ha visto nascere il mito dell’Aquila nel lontano 1921.

Varenna e Castello di Vezio
Antico villaggio di pescatori, affascinante e suggestiva, Varenna si articola in un reticolo di viuzze che calano ripide verso il lago. Una romantica passerella apre la vista su suggestivi scorci panoramici. Posta sulla metà esatta della costa orientale del Lario, di fronte a Bellagio, Varenan è il punto di partenza ideale per le escursioni in centro lago..
A strapiombo su Varenna si erge il Castello di Vezio, un’antica fortezza raggiungibile in macchina o a piedi attraverso una mulattiera. Una scalinata porta nel giardino degli olivi da dove, affacciandosi verso il lago, è possibile incontrare il “Falconiere del Castello” che, vestito in abiti d’epoca, mostra ai turisti i rapaci presenti al Castello: barbagianni, gufi, poiane, falchi ed altri ancora. In alcuni orari si possono ammirare dei voli spettacolari

Fiumelatte
Merita una visita il Fiumelatte, il fiume più corto d’Italia. che nasce da una cavità nella roccia e nei periodi di attività si getta nel lago con una spumeggiante schiuma bianca. Si consiglia l’itinerario che dal cimitero di Varenna porta alla sorgente di Fiumelatte passando dal “Baluardo”, suggestivo punto panoramico sul lago sottostante.

Bellagio
Bellagio è una tra le località turistiche più belle in assoluto, non solo del lago di Como, ma del mondo intero, da sempre amata anche da artisti e scrittori provenienti da ogni parte del mondo. Denominata “la perla del lago di Como”, il suo fascino è prima di tutto panoramico, Bellagio si trova infatti in una posizione molto particolare, sulla punta del promontorio che divide il lago in due rami. Il sito su cui sorge regala un panorama d’eccezione: da un lato il profondo blu del lago e le sue coste e dall’altro il verde del promontorio.

LE VILLE DEL LAGO

Villa Carlotta, Tremezzo
La villa è un luogo di rara bellezza, dove capolavori della natura e dell’ingegno umano convivono in perfetta armonia in oltre 70.000 mq visitabili tra giardini e musei. Il parco di villa Carlotta è celeberrimo per la stupefacente fioritura primaverile dei rododendri e delle azalee in oltre 150 varietà. Tuttavia ogni periodo dell’anno è adatto per una visita in un itinerario tra antichi esemplari di camelie, cedri e sequoie secolari, platani immensi ed essenze esotiche. Gli straordinari scorci ben giustificano la fama di questo luogo, fin dall’Ottocento considerato “un angolo di paradiso”.

Villa Balbianello, Lenno
La villa sorge sull’estremità di un promontorio a picco sul lago di Como, quasi di fronte a Bellagio. Il vero capolavoro è il panoramico giardino a terrazze, dominato dall’elegante loggia a tre arcate che svetta sul punto più alto del promontorio. La bellezza di Villa Balbianello ha affascinato anche alcuni registi che hanno girato scene di film nelle sue sale e nei giardini come ad esempio “Star wars” di George Lucas e “Agente 007-Casinò Royale” di Martin Campbell.

Villa Monastero, Varenna
Antico convento femminile di S. Maria, trasformato tra il 600 e l’800 in dimora patrizia, Villa Monastero è oggi un Centro Convegni a carattere scientifico, amministrativo e culturale conosciuto a livello internazionale. Nel giardino botanico, lungo più di un km, si possono ammirare piante esotiche, statue, tempietti e balaustre.

Villa Cipressi, Varenna
Il suo splendido giardino botanico si estende su più livelli e offre un incantevole panorama del centro lago. La villa, adibita ora ad albergo, appartiene a vari enti pubblici tra i quali il Comune di Varenna.

Villa Serbelloni, Bellagio
La villa appartiene dal 1959 alla Fondazione culturale Rockfeller di New York che vi organizza convegni e incontri di studio. Le sale dai soffitti, a volta o a cassettoni, sono ricche di preziose decorazioni e opere d’arte dei secoli XVII e XVIII e il suo parco, che occupa gran parte del promontorio di Bellagio con 18 km di viali e sentieri, é uno dei più bei parchi d’Italia. E’ ricco di piante secolari, di culture esotiche e rare che creano un’incomparabile spettacolo di colori. Vi si trovano grotte, sculture, resti di mura medioevali. Al pubblico è accessibile solo il parco.

Villa Melzi, Bellagio
Fra le più note del lago, la villa venne costruita all’inizio del 1800 come residenza estiva. È interamente circondata da un incantevole giardino in stile inglese che scende fino al lago, dove si possono ammirare il chiosco, due cappelle, due statue egizie, il laghetto con le ninfee, la vasca con la statua di Cupido. L’interno, prevalentemente neoclassico, conserva pregevoli opere d’arte. La villa non è aperta al pubblico, mentre è visitabile il parco